Emmy Hennings e Hugo Ball: due esponenti del Dadaismo in Ticino

A 100 anni dalla nascita del movimento Dada, molte sono le celebrazioni in onore dei suoi rappresentanti. E, fra questi, alcuni passarono molto del loro tempo nel Canton Ticino.

Hugo Ball in costume cubista recita il poema Elefantekarawane al Cabaret Voltaire, Zurigo

Fra costoro vi erano Emmy Hennings e Hugo Ball, che spesso si trovavano a fare lunghe passeggiate con l’amico scrittore Hermann Hesse, che, come è noto, in Ticino visse per molti anni.

L’artista, poetessa, attrice di cabaret, ballerina e pittrice Emmy Hennings è forse meno conosciuta del marito, Hugo Ball, ritenuto il fondatore mistico del movimento Dada stesso. E forse ella stessa sperava di rimanere meno nota di lui, dato che passò l’ultima parte della sua vita promuovendo il marito instancabilmente e alterando le proprie autobiografie, o eliminando dalle stesse qualsiasi aspetto della sua vita che non fosse coerente con la mitologia cattolica che lei stessa aveva, in età più avanzata, contribuito a creare sulla loro vita comune, un fatto che con riluttanza ammise in una lettera indirizzata a Herman Hesse, il suo più caro amico dopo la morte di Ball.

La Hennings preferiva nascondere dalla storia la maggior parte del proprio lavoro creativo, prodotto nella sua lunga carriera in qualità di membro delle avanguardie di Zurigo e Monaco, e questo perchè avrebbe finito per rivelare anche la sua lunga carriera di tossicodipendente da morfina, prostituta e truffatrice, che spesso promuoveva l’amore libero, l’anarchia e la rivoluzione sociale, e passò diverse notti in prigione. Per questi motivi forse Emmy Hennings preferiva l’anonimato artistico e finire per essere una sorta di appendice della carriera artistica di Hugo Ball.

La riscrittura della propria vita in chiave più convenzionale e religiosa servì alla Hennings a motivare la spiritualità della sua vita in età più avanzata e, soprattutto, delle sue opere d’arte, spesso indistinguibili l’una dalle altre, come se la sua vita fosse un’intera performance ante litteram.

Infatti, sebbene negli anni il Dadaismo sia stato considerato fondamentalmente un movimento nichilista, l’allievo dei DADA, Richard Sheppard, nel suo libro Modernismo-Dada-Post Modernismo ha dedicato grande attenzione al rivelare e all’analizzare gli elementi mistici del lavoro di Hugo Ball e Hans Arp e come essi spesso avvolgessero gli eventi al Cabaret Voltarie in toni ritualistici e spesso religiosi.

Nel Novembre 1914 la Hennings conobbe Ball a Berlino, dove cominciò a ballare in ristoranti e a lavorare come modella di un artista. Per sfuggire al crescente nazionalismo e lo scoppio della guerra, la Hennings e Ball nel 1915 emigrarono da Berlino a Zurigo, dove vissero in povertà assoluta, aiutati dagli amici letterati di Emmy, fino a quando trovarono lavoro presso una troupe e, nel 1916, decisero di aprire il proprio cabaret, che prese il nome di Cabaret Voltaire, nella Spiegelgasse.

Emmy era una delle stelle del Cabaret Voltaire, una delle maggiori attrazioni, e, fra le altre cose, aveva un repertorio di canzoni danesi, parigine, berlinesi. Ballate cinesi, canzoni popolari e recitazione delle sue stesse poesie e di poesie scritte da altri dadaisti facevano parte del suo repertorio. Il suo carisma di artista performer e le sue precedenti esperienze di cabaret furono alla base del grande successo dell’avventura intrapresa con Ball.

Le poesie di Emmy trattavano di temi espressionisti come la solitudine, l’estasi, il sentirsi prigionieri, la malattia e la morte, e si riferivano alle sue esperienze personali in prigioni, ospedali, nei cabaret, sulle strade delle grandi città, ma anche esperienze come la prostituzione e la dipendenza delle droghe sono temi ricorrenti. Molti dei suoi poemi, anche se non avevano una forma puramente dadaista, furono pubblicati dalle riviste dadaiste dell’epoca.

Sempre al Cabaret Voltaire Ball incontrò Hans Arp, Marcel Janco, Tristan Tzara, e più tardi Richard Huelsenbeck e Walter Serner, con i quali lavorò a lungo al movimento e alla produzione artistica del dadaismo.

Nel luglio del 1916 Ball però lasciò il circolo dadaista di Zurigo per stabilirsi in campagna, per ristabilirsi e tornare nel 197 per aiutare ad organizzare la Galerie Dada, uno spazio per mostre che aprì nel Maroz 1917. Gli eventi alla galleria includevano lezioni, performance, danze, serate nel weekend, e visite guidate delle opere esposte. Sebbene Ball fosse convinto dell’obiettivo educativo della galleria, si trovava in netto contrasto con le ambizioni di Tzara di rendere il dadaismo un movimento internazionale con una dottrina sistematica, e, alla fine, decise di lasciare Zurigo nel Maggio 1917 e di non partecipare più alle attività Dadaiste.

Nel 1920 Emmy Hennings e Hugo Ball si sposarono e si ritirarono nella campagna ticinese, dove vissero una vita più vicina alla religione cattollica, più ritirata e in relativa povertà di mezzi, ma con amicizie del calibro di Hermann Hesse.

Ball morì a Sant’Abbondio nel 1927 e Hennings nel 1948.

Quest’anno il dadaismo compie cento anni, e fra le molte celebrazioni, diverse iniziative coinvolgono i cantoni di lingua tedesca, ma alcune toccano anche il Ticino, proprio per la presenza di alcuni membri del movimento in questa amena regione. 2016 ZurichDada100 il 15 maggio prossimo organizza un evento che riguarda Hugo Ball ed Emmy Hennings: una lettura di brani tratti dal libro di Bärbel Reez, Das Paradies war für uns – Emmy Hennings und Hugo Ball, letti dall’attore Ernst Süss, accompagnato dalle percussioni di Edith, proprio nel giardino della casa che allora era abitata dai due artisti dadaisti, ad Agnuzzo, in Piazzetta Roncorino, alle 11.

Emmy Hennings

Emmy Hennings

frill

Ultime Offerte

Torta al cioccolato

Dopo un buon pranzo è quasi d'obbligo un buon dessert, siamo sul classico,..
Vetrina del gusto / Offerte

Antipasti di salumi vari

Ecco a voi una selezione di salumi per cominciare a stuzzicare il palato,..
Vetrina del gusto / Offerte

Stinco di maiale

Un classico delle nostre zone, solitamente proposto accompagnato da patate al forno o..
Vetrina del gusto / Offerte

Coniglio al tegame

Quanto sapore in queste parti di coniglio al tegame, insaporiti dalle nostre spezie.
Vetrina del gusto / Offerte