Agrifutura l'insieme di risorse umane impegnati a salvare il territorio produttivo

AGRIFUTURA L’INSIEME DI RISORSE UMANE IMPEGNATI A SALVARE IL TERRITORIO PRODUTTIVO
Responsabilità e qualità al servizio del bene comune.
a cura di Giovanni Berardi

Marzo 2013 Sagra di San Provino, la storica festa di Agno che saluta l’inverno e da il benvenuto alla primavera, stagione del risveglio dei globuli rossi per l’essere umano e la riviviscenza di madre natura, pronta a regalare colori, profumi e sapori tanto antichi quanto amati.
E’ in questo contesto di riavvio di tutte le forme di vita naturale e antropologica che incontriamo una realtà più concreta di quanto si possa immaginare. Agrifutura,  una seria corporazione composta da agricoltori ticinesi che si impiega per sostenere ed assistere gli addetti ai lavori, attraverso un’ informazione costante e un servizio di aggiornamento di tutto ciò inerente allo scambio e la realizzazione di progetti comuni con gli altri settori concatenati al mondo agricolo.
Informazione, Servizi e Politica, sono la triade sul quale questo determinato e professionale consorzio, basa e organizza ogni attività, impegnandosi affinchè  il concetto di imprenditorialità sia per il settore primario un affidabile punto di riferimento.
A riguardo di questa considerevole realtà, abbiamo sentito il Presidente in carica, Giovanni Berardi  classe 1968, ingegnere agronomo titolare e responsabile della Alta Magliasina Allevamento SA.

Il Signor Berardi gestisce da molti anni questa azienda biologica dell’alto  Malcantone che comprende circa 80 ettari di pascoli, prati e selve castanili, quei lembi della terra d’Insubria che per molti secoli, sono stati la base di sussistenza del mondo rurale ticinese.  Inoltre questo giovane ingegnere alleva una mandria di circa cento capi di bovini di razza Highland scozzese, che miticolosamente ogni estate trasferisce al pascolo, sui vari alpeggi tra il Monte Lema e il Monte Tamaro.
Signor Berardi, in questo momento di crisi mondiale ci sembra di capire che il futuro è il passato, si dovrà tornare tutti a coltivare per mangare un po’ sano?
Più che tornare tutti a coltivare, bisognerà che l’eco-sistema del mondo agricolo possa essere protetto e sempre più valorizzato, preservando  spazi e  giuste condizioni per poter lavorare seriamente, operando a favore della comunità di consumo dei prodotti.
Agrifutura si muove in questa direzione?
Certo e non solo, cominciamo col dire che il nostro motto e il se-guente: “Piangere sul latte versato non esiste” per noi non esistono problemi, ci sono solo soluzioni.  ogni problema è una sfida da vincere e superare. Nell’indole di ognuno di noi componenti di Agrofutura, (e questo sta a dimostrare che non ci siamo trovati per caso), vige uno spirito positivo e innovativo, da  sempre  al servizio dei nostri associati soprattutto per l’interesse del settore.
Lei ha pronunciato la parola innovazione, ci faccia un esempio su una cosa imminente che potrebbe giovare al settore?
Le argomentazioni sono molteplici, se devo elencarne una potrei dirle che ci stiamo attivando burocraticamente per istallare pannelli solari sui tetti delle stalle.
E della positività di operato ?
In questo momento epocale, dove sta cambiando la politica agricola, molti temono che questo cambiamento possa danneggiare in qualche modo alcune fascie del settore. Noi di Agrifututura a riguardo siamo molto positivi, nel senso, che ora che le cose potrebbero avere dei risvolti diversi dal sistema tradizionale, siamo convinti che tutti insieme potremmo pensare e ottenere solo grandi benefici, se poi dovessimo ritenere che qualcosa non dovesse funzionare ci faremo intelligentemente ascoltare dalla politica.
A proposito di politica, vi sentite considerati dal sistema ?
Il sistema politico svizzero a riguardo ha le idee chiare ad esempio la nuova legge sulla pianificazione del territorio è decisamente a favore di una ideologia positiva per la salvaguardia del territorio produttivo, e devo dire che anche a livello di popolazione esiste un’importante sensibilità sull’argomento.
Qualcosa sta cambiando ?
Decisamente si,  sia gli esperti di settore che la gente comune, hanno finalmente capito che invece di continuare ad edificare è indiscutibilmente più opportuno migliorare le situazioni tecniche di cui la comunità fruisce la dove è già edificato, e anche in questo caso l’apparato politico sta attuando qualcosa di innovativo, mi riferisco al proponimento che si chiama “Progetto Territoriale Svizzera” un disegno istituzionale che vede la politica e il popolo finalmente in  trade union.
Quindi buoni auspici per Agrifutura e altrettanti per gli associati e per i consumatori?
I presupposti, la voglia e la serietà per fare bene, ci sono. Tutto sta nel continuare con una metodologia di pensiero rivolta all’eccellenza, nella ricerca della novità dei prodotti. Noi abbiamo dei soci che sono meravigliosi, persone che ogni mese inventano qualcosa di nuovo, come ad esempio uno dei nostri associati, che ha brevettato una formagella mezza capra e mezza mucca, tenendo i gusti  separati  in due strati.
Attraverso quale miracolo?
Semplicemente sotto capra fino a metà e la metà superiore solo formaggio di mucca, tenendo i due vaccini separati da un puro carbone alimentare.  Prontamente battezzato “Ul furmagg da mezz e mezz”.
In definitiva; riguardo a caparbietà, professionalità e creatività, tutto sembra ricoprire un ruolo eccellente. 
Che altro dire?
Ad esempio che Agrifutura offre ai suoi associati alcuni servizi burocratici come; la consulenza tecnica, fiscale e assicurativa, la consulenza giuritica, quella di assoggetamento e recupero IVA, lettere di ogni tipo e casuale inerente al nostro mondo professionale e molti altri servizi, a costi decisamente inferiori al mercato vigente. Questo per rendere più vivibile il percorso professionale e umano dei nostri soci membri.

Il nostro presidente  Yor Milano – persona sempre sensibile e attenta al territorio, alla civiltà  alla lingua del nostro popolo – ci tiene a far sapere che dal prossimo numero de “Ul Batacc” la struttura redazionale si avvarrà del prezioso contributo editoriale del Signor Beraldi che, in qualità di Presidente di Agrifutura e uomo di giornalismo, ci delizierà di volta in volta con una rubrica di settore, improntata sulle curiosità e le novità dei vari settori legati al mondo dell’agricoltura, dell’agriturismo e dei loro affini.
                                                                                                    piero.vagli@tepsi.ch

frill

Ultime Offerte

Torta al cioccolato

Dopo un buon pranzo è quasi d'obbligo un buon dessert, siamo sul classico,..
Vetrina del gusto / Offerte

Antipasti di salumi vari

Ecco a voi una selezione di salumi per cominciare a stuzzicare il palato,..
Vetrina del gusto / Offerte

Stinco di maiale

Un classico delle nostre zone, solitamente proposto accompagnato da patate al forno o..
Vetrina del gusto / Offerte

Coniglio al tegame

Quanto sapore in queste parti di coniglio al tegame, insaporiti dalle nostre spezie.
Vetrina del gusto / Offerte