Mascia Cantoni - Fondazione Svizzera-Madagascar

Cavaliere della Repubblica del Madagascar. Importante riconoscimento alla fondazione Svizzera-Madagascar.
Nel corso dei festeggiamenti organizzati il 4,5,e 6 settembre scorso in occasione dei 20 anni di attività umanitaria, è stata resa pubblica l’onorificenza al merito che la Repubblica del Madagascar, con decreto n. 2012-807 del 10 settembre 2012 del suo Presidente, ha conferito alla FSM per le opere riguardanti la salute , l’istruzione , il sociale e la protezione dell’ambiente che svolge sull’isola di Nosy Be e sulla “ Grande Terre” .

A tal proposito, durante l’annuale cena di solidarietà svoltasi il 6 settembre scorso al Ristorante Montalbano di Claudio Croci-Torti a San Pietro di Stabio, il deputato Constant Gasstsar, già presidente della Commissione degli Affari Esteri ha comunicato che Mascia Cantoni, presidente della FSM è stata insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica del Madagascar.

“Un importante riconoscimento che va esteso a tutti coloro che ci sostengono - ha detto Mascia Cantoni ringraziando- che ci onora e ci incoraggia a continuare negli sforzi intrapresi per cercare di migliorare le condizioni di vita di una popolazione ancora fra le più povere al mondo”.

Beh, proprio ambasciatrice è magari un po`esagerato - ha continuato Mascia Cantoni - ma sicuramente questo titolo di Cavaliere mi fa molto piacere tanto più che so che il Governo malgascio, difficilmente premia gli stranieri. Averlo dato poi con un riconoscimento di merito alla Fondazione Svizzera Madagascar in occasione del ventesimo di attività ci onora e ci conforta per l’impegno profuso in tutti questi anni dai collaboratori che si sono avvicendati nell’aiuto ad un progetto umanitario non certamente facile ma con il quale abbiamo cercato tutti insieme, dai fondatori in poi, di trovare con interventi mirati, il modo più adeguato per migliorare le condizioni di vita di una popolazione sempre più povera.

Questo riconoscimento del Governo malgascio premia non solo quanto la FSM ha realizzato sul posto ma anche, e qui mi fa piacere sottolinearlo, tutti i nostri sostenitori che hanno così la conferma che la loro fiducia è stata riposta in buone mani. Ci incoraggia inoltre ad andare avanti con determinazione e coraggio.

Batacc: a che punto sono i vostri progetti?
Sono lieta che il Batacc mi dia l’occasione per informare i lettori che abbiamo portato a termine il primo ed il secondo periodo del progetto “ACQUA POTABILE PER TUTTI” sull’isola di Nosy Be che prevedeva la costruzione di 21 acquedotti gravitazionali in altrettanti villaggi rurali dell’isola.
Grazie a queste opere oggi, circa 18’000 persone hanno accesso all’acqua potabile. La loro salute è di molto migliorata e la mortalità infantile continua drasticamente a diminuire. L’investimento finanziario è stato di oltre 500’000 franchi.
Il nostro impegno per questo progetto che costituisce il nostro cavallo di battaglia non si ferma qui: dalla regione Diana che si trova proprio aldilà del braccio di mare che la separa dall’isola di Nosy Be, alcuni Comuni sono interessati a ricevere l’acqua potabile.
Prima però di dar seguito alla terza fase del progetto, vista l’esperienza acquisita in tutti questi anni, la FSM si sta concentrando in particolare nella revisione completa delle istallazioni delle due prime fasi principalmente dal punto di vista tecnico per i danni causati da eventi naturali che esulano dalla normale manutenzione a carico del comitato dell’acqua dei singoli villaggi come intemperie o cicloni: un programma d’intervento iniziato nel 2012 e che si svolgerà sull’arco di tre anni.
I collaboratori sul posto della FSM sotto la direzione dell’ing. Fiorenzo Melera, membro del nostro Consiglio direttivo e delegato permanente in Madagascar, sono inoltre impegnati nella formazione costante della popolazione per la manutenzione degli impianti. Cosa non facile a quelle latitudini.

Nell’ambito poi del progetto SALUTE E ISTRUZIONE PER LA GIOVENTU` MALGASCIA proseguono i nostri sforzi per l’aiuto alle scuole elementari con una maggiore attenzione al programma di alfabetizzazione in una settantina di asili.
Per la formazione professionale nel settore alberghiero al centro CFTH Fihavanana, sempre sull’isola di Nosy Be non si ferma l’impegno di solidarietà affinchè il complesso possa funzionare al meglio, così da raggiungere al più presto una sua autonomia finanziaria e continuare a dare ai giovani malgasci una professione con la quale possano trovare un lavoro dignitoso nel loro paese.
Per questo motivo dobbiamo procedere a lavori di ristrutturazione del Centro per accedere ad una nuova fase, riveduta e migliorata per la continuazione del progetto. Insomma grande impegno che potremo realizzare se i nostri sostenitori e amici continueranno ad affiancarci.

Batacc: Che ci dici del gemellaggio con le Isole di Brissago?
E’ una bella iniziativa voluta per festeggiare e sottolineare i vent’anni di attività della FSM. Ha lo scopo di favorire la conoscenza e la visibilità, nei due Paesi, delle due entità coinvolte con riferimento specifico da una parte al Parco Botanico delle Isole di Brissago e, per quanto riguarda il Madagascar, alla sua straordinaria biodiversità, con una fauna e una flora uniche al mondo, purtroppo minacciata dalla deforestazione.
Si stima che a partire dall’arrivo dell’uomo sull’isola, avvenuto circa duemila anni or sono, il Madagascar abbia perso più del 90% delle sue foreste originali. Con il direttore delle Isole, Guido Maspoli, intendiamo sensibilizzare il pubblico, a partire dalle scolaresche, qui e laggiù con il progetto ANCORA, circa la necessità di preservare l’ambiente naturale in cui viviamo quale base essenziale per la vita sulla Terra.
Per l’occasione il ministro Constant Gasstsar, delegato nazionale malagasy per la FSM ha donato al Parco botanico delle Isole di Brissago alcune piantine del suo Paese.

Batacc: ma non ti fermi mai?
No, guai! Ma devo ammettere che gli anni avanzano e le energie diminuiscono. Spero perciò di trovare forze nuove che in un futuro prossimo possano continuare questa “avventura” ricca di insegnamenti e di conoscenza di vita. Per me una esperienza straordinaria.

Mascia tra i bimbi del Madagascar

Mascia tra i bimbi del Madagascar

Grazie di avermi dato questo spazio e grazie a tutti coloro che ci sono stati vicini e che, mi auguro lo saranno anche per il futuro.
Vi lascio con un detto malgascio: “Ny marina tsy mba maty”, il giusto avrà lunga vita.

Ta set dacordi Yor? E alura avanti con nost dialet che devum difend a tut i cost!

frill

Ultime Offerte

Torta al cioccolato

Dopo un buon pranzo è quasi d'obbligo un buon dessert, siamo sul classico,..
Vetrina del gusto / Offerte

Antipasti di salumi vari

Ecco a voi una selezione di salumi per cominciare a stuzzicare il palato,..
Vetrina del gusto / Offerte

Stinco di maiale

Un classico delle nostre zone, solitamente proposto accompagnato da patate al forno o..
Vetrina del gusto / Offerte

Coniglio al tegame

Quanto sapore in queste parti di coniglio al tegame, insaporiti dalle nostre spezie.
Vetrina del gusto / Offerte