"HABEMUS TALENTUM"

Ho incontrato Gionas Calderari una decina d’anni fa, aveva 17 anni ed aveva scritto un delizioso atto unico in dialetto momo, essendo nativo di Rancate. Titolo dell’opera: Giüliéta e Rümeul, dove il dramma di Shakespeare faceva solo da sfondo...

Gionas Calderari

...era infatti la storia di una maestra di scuola che per festeggiare il nonno attore centenario, cerca di allestire appunto ”Giulietta e Romeo”.

L’ abbiamo proposta con la terza Media di Massagno, per iniziativa dell’insegnante di musica, Mauro Ghisletta, oggi direttore di quella scuola. Lo abbiamo registrato in modo professionale e mi capita di proiettare il DVD nelle case per anziani con grande successo. Qualche anno dopo, un altro insegnante volle allestirla con una quinta elementare e mi chiese di dargli una mano. La presentammo al teatro di Tesserete con un esito strepitoso, anche perché il pubblico era formato al 90% dai genitori dei bambini-attori. Anche qui fu realizzato un DVD per immortalare questa esibizione. Poi ci fu una lunga pausa, in cui Gionas ebbe il tempo di laurearsi in lettere.

Quando il Direttore della RSI, Maurizio Canetta, mi consigliò di non più tradurre in dialetto delle commedia già esistenti per incrementare la produzione di opere teatrali scritte sul territorio, pensai subito a Gionas, ormai 27enne, e gli proposi di scrivere una commedia per il TEPSI. 
Gli diedi il canovaccio e lui scrisse la commedia “’NA BELA TOSA PAR TRII DOTÒR” che vuole essere una denuncia del comportamento amorale ed immorale di tre professionisti che, per risparmiare, si pagano un’amante in comune. Il primo tempo è quindi caratterizzato dal più bieco dei maschilismi, mentre il secondo atto è la rivincita del femminismo com’era giusto che fosse. Gionas è riuscito a trascrivere tutto come il più esperto dei commediografi, con gli appuntamenti con la risata al momento giusto, con i colpi di scena al momento giusto, dimostrando di avere il senso innato della drammaturgia, insomma, un talento da vendere. Prevedo una brillante carriera per questo giovane commediografo di casa nostra e mi vanto di avergli dato l’opportunità di dimostrarlo.
Stiamo già pensando alla prossima commedia ……grazie Gionas !
“Gionas Calderari è nato a Rancate nel 1986. La passione per il teatro dialettale gli viene trasmessa dalla nonna, con cui si diverte a guardare le commedie trasmesse alla televisione. Nel 2000, insieme ad alcuni amici e coetanei, fonda la compagnia teatrale amatoriale I Firàpul, improvvisandosi attore, regista e soprattutto autore di diversi spettacoli, che vengono proposti annualmente.

Gli studi universitari, che lo portano prima a Friburgo e poi a Bologna, lo costringono ad accantonare l’attività teatrale per qualche anno; oggi, dopo la laurea in Lettere, è tornato in Ticino e non vede l’ora di riprendere. Attualmente collabora sia con la Compagnia Comica di Mendrisio sia con il TEPSI, per il quale ha scritto la commedia Na bela tusa par tri dotòr che andrà in scena ad ottobre.”
frill

Ultime Offerte

Torta al cioccolato

Dopo un buon pranzo è quasi d'obbligo un buon dessert, siamo sul classico,..
Vetrina del gusto / Offerte

Antipasti di salumi vari

Ecco a voi una selezione di salumi per cominciare a stuzzicare il palato,..
Vetrina del gusto / Offerte

Stinco di maiale

Un classico delle nostre zone, solitamente proposto accompagnato da patate al forno o..
Vetrina del gusto / Offerte

Coniglio al tegame

Quanto sapore in queste parti di coniglio al tegame, insaporiti dalle nostre spezie.
Vetrina del gusto / Offerte